AVVISO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN FAVORE DI INQUILINI MOROSI INCOLPEVOLI

Che sono aperti i termini per la presentazione delle domande per ottenere i contributi in favore degli inquilini morosi incolpevoli fondo anno 2016. I soggetti in possesso dei requisiti di seguito indicati potranno presentare domanda dalla data di pubblicazione del presente avviso fino al 28/02/2017

SOGGETTI DESTINATARI DEI CONTRIBUTI E REQUISITI

Può presentare domanda di contributo il titolare del contratto di locazione o altro componente il nucleo familiare maggiorenne a ciò delegato e residente nell’unità immobiliare locata.

Il richiedente al momento della presentazione della domanda deve essere in possesso dei seguenti requisiti:

a)          un reddito I.S.E. non superiore ad euro 18.000,00 o un reddito derivante da regolare attività lavorativa con un valore I.S.E.E. non superiore ad euro 7.000,00 (redditi 2015) (dichiarazione ISEE secondo le norme vigenti a partire dal 16/01/2016;

I richiedenti sono tenuti a dichiarare di avere beneficiato, nella dichiarazione IRPEF corrispondente, della detrazione spettante per il canone di locazione;

b)         destinatari di un atto di intimazione di sfratto per morosità, con citazione per la convalida, emesso nell’anno 2015 e di ricadere nella disciplina ordinaria prevista per le procedure esecutive di rilascio;

c)          sia titolare di un contratto di locazione di unità immobiliare ad uso abitativo regolarmente registrato e risieda nell'alloggio oggetto della procedura di rilascio da almeno un anno, (sono esclusi gli immobili appartenenti alle categorie catastali Al, A8 e A9 e le unità immobiliari con superficie utile netta interna superiore a 110 mq, maggiorata del 10% per ogni ulteriore componente del nucleo familiare dopo il quarto);

d)         cittadinanza italiana, o di un paese dell’Unione Europea ovvero, nei casi di cittadini non appartenenti all’UE, purché in possesso di regolare titolo di soggiorno e residenti in Italia da almeno 10 anni ovvero da almeno cinque anni nella Regione Sicilia;

e)         residenza nel Comune di Scaletta Zanclea;

f)          non titolarità da parte del richiedente o altro componente del nucleo familiare del diritto di proprietà, usufrutto, uso o abitazione nella provincia di residenza di altro immobile fruibile ed adeguato alle esigenze del proprio nucleo familiare;

g)          perdita o sensibile diminuzione della capacità reddituale dovuta al peggioramento della situazione economica generale, per almeno uno dei componenti del nucleo familiare residente nell’alloggio, determinata dalla seguente situazione: essere lavoratore dipendente, autonomo o precario colpito dagli effetti della crisi economica, con conseguente riduzione della capacità reddituale per un evento quale:          

·          perdita del lavoro per licenziamento;

·          accordi aziendali o sindacali con consistente riduzione dell’orario di lavoro;

·          cassa integrazione ordinaria o straordinaria che limiti notevolmente la capacità reddituale;

·          mancato rinnovo di contratti a termine o di lavoro atipici;

·          cessazioni di attività libero-professionali o di imprese registrate alla CCIA, derivanti da cause di forza maggiore o da perdita di avviamento in misura consistente;

·          malattia grave, infortunio o decesso di uno dei componenti il nucleo familiare che abbia comportato o la consistente riduzione del reddito complessivo del nucleo medesimo o necessità dell’impiego di parte notevole del reddito per far fronte a rilevanti e documentate spese mediche e assistenziali;

 

EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO

Il contributo per la “morosità incolpevole” sarà erogato direttamente al proprietario previa dichiarazione:

§   Di mancato pagamento di almeno sei mensilità del canone di locazione;

§   Di non aumentare detto canone dell’importo relativo all’aggiornamento annuale;

§   Dell’obbligo di non attivare le procedure per il rilascio dell’alloggio almeno per i mesi

            corrispondenti al contributo percepito.

 

SOGGETTI ESCLUSI DAI BENEFICI

Non possono richiedere il contributo nuclei familiari conduttori:

·           di immobili appartenenti alle categorie catastali AI, A8 e A9 e per unità immobiliare con superficie utile interna superiore a 110 mq maggiorata del 10% e per ogni ulteriore componente del nucleo familiare dopo il quarto;

·           nei quali anche un solo componente è titolare di diritto di proprietà o di altro diritto reale di godimento su unità immobiliare in Sicilia e adeguata alle esigenze del nucleo familiare;

·           che hanno ottenuto l’assegnazione di unità immobiliari di edilizia residenziale pubblica locate secondo la normativa regionale;

·           che abbiano rilasciato nell’anno 2016 l’unità immobiliare locata, assumendo residenza anagrafica in altra Regione.

DOCUMENTI DA ALLEGARE:

1.         copia del contratto di locazione registrato;

2.         copia dell’intimazione di sfratto dalla quale si deduca l’ammontare complessivo della morosità e, se già intervenuta, copia del verbale della prima udienza oppure copia dell’ordinanza di convalida di sfratto per morosità, copia dell’eventuale atto di precetto e/o della significazione di esecuzione;

3.         copia dichiarazione con relativa attestazione ISEE, completa di DSU, rilasciata secondo le norme vigenti a partire dal 16/01/2017 (redditi anno 2015);

4.         documenti comprovanti il possesso delle condizioni di incolpevolezza della morosità di cui all’art. 1 punto 6, lett.a);

5.         indicazione del nominativo del proprietario dell’abitazione;

6.         copia di un documento di riconoscimento in corso di validità;

7.         autocertificazione del proprietario dell’immobile come da ALLEGATO 2.

 

TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE E CAUSE DI ESCLUSIONE

Il termine per la presentazione delle domande è fissato fino al 28/02/2017. Sono escluse le domande:

·           trasmesse o consegnate oltre il termine di scadenza del bando;

·           non redatte sull’apposito modello di domanda predisposto dal Comune di Scaletta Zanclea;

·           redatte in maniera incompleta e/o prive di documentazione sopra indicata;

·           relative alla locazione di alloggi non rispondenti ai requisiti del bando;

·           non firmate e/o debitamente autocertificate con le modalità di cui al DPR n. 445/2000;

·           presentate dai nuclei familiari nei quali almeno un componente sia proprietario di alloggio in Sicilia.

E’ inoltre vietato inviare più di una domanda per nucleo familiare: tale circostanza comporta l’esclusione di tutte  le istanze inoltrate.

ISTRUTTORIA DOMANDE:

Il Comune effettuerà l’istruttoria delle domande pervenute e formulerà l’elenco dei soggetti richiedenti che hanno diritto al contributo e l’elenco delle domande escluse.

Costituisce criterio preferenziale per la concessione del contributo la presenza all’interno del nucleo familiare di almeno un componente ultrasettantenne, oppure minore, oppure con invalidità accertata per almeno il 74%, oppure in carico ai servizi sociali o alle competenti aziende sanitarie provinciali per l'attuazione di un progetto assistenziale individuale;

L’elenco dei soggetti richiedenti che hanno diritto al contributo saranno trasmesse alle Prefetture.

DIMENSIONAMENTO DEL CONTRIBUTO

L’importo del contributo per sanare la morosità è concedibile nella misura massima di sei mensilità non pagate alla data di presentazione della domanda e non può superare l’importo massimo di euro 3.000,00. Il canone di locazione annuo, rilevabile dal contratto valido e registrato, non può essere superiore ad euro 6.000,00.

CONTROLLI E SANZIONI

Il Comune procederà ad idonei controlli, anche a campione, sulla veridicità delle dichiarazioni rilasciate dai richiedenti, ai sensi dell’art. 71 del D.P.R. m. 445/2000 e degli artt. 4 comma 2 del D.Lgs n. 109/98 come modificato dal D.P.C.M. n. 242/01 e art. 6 della legge n. 241/90 e s.m.i.

PRIORITA’  NELLA CONCESSIONE DEI CONTRIBUTI

Il Comune provvederà alla concessione dei contributi di cui al presente bando nei limiti delle risorse finanziarie disponibili assegnate dal Ministero delle Infrastrutture e comunque non superiore ad E 3.000,00 in favore di:

a.          inquilini nei cui confronti  sia stato emesso un provvedimento di sfratto per morosità incolpevole e che sottoscrivano col proprietario un nuovo contratto a canone concordato;

b.         inquilini che a causa della ridotta capacità economica non siano in grado di versare il deposito cauzionale per stipulare un nuovo contratto di locazione;

c.          inquilini, ai fini del ristoro, anche parziale, del proprietario dell’alloggio che dimostrino la disponibilità di quest’ultimo a consentire  il differimento dell’esecuzione del provvedimento del rilascio dell’immobile.

I contributi previsti dal presente bando  sono alternativi e non  cumulabili con i contributi previsti dall’art. 1 comma 1 Legge 80/2014 (contributi di cui all’art. 11, comma 1, Legge 431/98).

Nel caso in cui la regione Sicilia non provvedesse a liquidare, totalmente o parzialmente, a questo Comune le somme necessarie a finanziare il sostegno alla morosità incolpevole, l’istante, seppur in condizione di ammissibilità, non potrà vantare alcun credito nei confronti del Comune di Scaletta Zanclea.

Tutte le informazioni utili, unitamente al modulo di domanda potranno, essere richieste presso l’Ufficio Servizi Sociali dalle ore 9,00 alle ore 12,00, dal Lunedì al Venerdì. Il bando ed il relativo modello di domanda sono disponibili sul sito istituzionale del Comune www.comunescalettazanclea.it