EROGAZIONE BUONO SOCIO-SANITARIO

IL SINDACO RENDE NOTO

Che con Decreto Presidenziale del 7 luglio 2005 ( GURS n. 30 del 14 luglio 2005) e Decreto Presidenziale del 07 ottobre 2005 (GURS n.43 del 10 ottobre 2005), sono stati definiti i criteri in relazione ai quali potrà essere presentata apposita istanza  per l’erogazione del Buono Socio-Sanitario  a  nuclei familiari con anziani non autosufficienti o disabili gravi, ex art.10 della L.R. n.10 del 31 luglio 2003.

Il Buono Socio Sanitario da erogare a favore delle famiglie  residenti nel territorio  del Distretto socio D26 consiste in:

a)     Buono sociale: provvidenza economica a supporto del reddito familiare, finalizzata a sostenere la famiglia nel “prendersi cura” dei propri familiari, con l’impegno del caregiver familiare e delle reti di solidarietà familiare o dei soggetti legati da rapporti consolidati con le famiglie e verificabili;

b)     Buono di servizio (voucher), per l’acquisto di specifiche prestazioni domiciliari erogate da caregiver professionale. Il buono può essere speso presso le strutture presenti nell’ambito del Distretto socio sanitario iscritte all’Albo regionale delle Istituzioni assistenziali (art. 26 L.R. 22/86).

Destinatari del Buono: famiglie che mantengono od accolgono nel proprio contesto familiare, purchè conviventi e legati da vincoli di parentela:

·       Anziani ( dietà non inferiore a 69 anni e 1 giorno la cui non autosufficienza è comprovata da     certificazione sanitaria ( U.V.M.; U.V.G.);

·       Soggetti con grave disabilitàai sensi dell’art.3, comma 3° legge 104/92 comprovata da certificazione sanitaria (U.V.M.; U.V.D.);

Per le situazioni di gravità recente per cui non si è in possesso della documentazione sopraindicata dovrà essere prodotto il certificato del medico di medicina generale attestante la non autosufficienza corredato della copia della scheda multidimensionale o certificato del medico corredato dalla copia dell’istanza di riconoscimento della disabilità.

Il limite I.S.E.E. per l’accesso al Buono socio-sanitario, in relazione alla composizione del nucleo familiare, è determinato in  € 7.000,00.

Il Buono Socio-Sanitario verrà concesso nei limiti delle risorse finanziarie complessivamente disponibili per tale finalità nell’ambito di ciascun distretto, con priorità per i nuclei familiari con I.S.E.E. più basso.

I soggetti interessati possono presentare istanza, su apposito modello predisposto dall’Assessorato Regionale della Famiglia, debitamente corredata dalla documentazione richiesta , all’Ufficio Servizi Sociali del Comune entro il 02/05/2016.  

 

Dalla Residenza Municipale, 24/03/2016

 IL SINDACO   (Dott. Gianfranco Moschella)